Furti in casa, Ravenna in testa alla classifica italiana

L’insicurezza per la propria abitazione è un problema diffuso in tutta Italia e confermato dai dati sui furti che avvengono in casa. Ma la tecnologia offre qualche possibile soluzione per vivere più sereni.

Lo scorso anno, in Italia, sono stati denunciati oltre 235 mila furti in abitazione; il dato, seppure in calo rispetto al 2014, segnala come questo sia ancora un problema grave e preoccupante per molte famiglie del nostro Paese, da Nord a Sud. Nella speciale statistica elaborata da Il Sole 24 Ore sulla base dei dati sui crimini del Ministero dell’Interno, infatti, ci sono numerose sorprese, a cominciare dalla città più colpita dai “topi d’arredamento”.

Furti in casa, guida Ravenna. Può infatti stupire leggere che la prima città in Italia per furti in abitazione sia Ravenna, dove si registrano ben 2.948 denunce in totale, vale a dire 753 per ogni 100 mila abitanti; a completare il podio, poi, ci sono Savona e Lucca, rispettivamente con 749 e 727 crimini per abitante. La media nazionale si ferma a 387 furti, mentre è abbastanza curioso scoprire che le zone di Napoli e Crotone, ad esempio, si posizionino sul fondo della graduatoria, con un numero decisamente basso di denunce (circa 130).

Sale l’ansia. Insomma, i dati (a prescindere dall’analisi che è possibile effettuare) segnalano comunque un problema diffuso, che non a caso genera ansie e preoccupazioni nelle famiglie italiane, come confermato dai numerosi e frequenti sondaggi in materia, oltre che dalle varie campagne lanciate da partiti politici che cercano di “cavalcare” quest’onda emotiva. Eppure, la soluzione potrebbe essere più vicina di quanto si pensa.

Domotica, sicurezza intelligente. Si chiama infatti domotica la nuova tendenza del mercato, che si sta diffondendo sempre di più anche in Italia, al punto che si stima che ogni anno un 20 per cento di abitazioni in più nel nostro Paese si affidino appunto alla tecnologia. Il cuore di questo sistema è l’automazione domestica, ovvero l’installazione di prodotti e servizi elettronici per la gestione e il controllo della casa, che si può ottenere grazie all’impiego di microprocessori e processi di comunicazione.

Come funziona la domotica. Installando in casa un sistema di home automation, ad esempio, è possibile compiere in modo automatico e a distanza gesti quotidiani come l’accensione e lo spegnimento delle luci di tutte le stanze, la chiusura delle imposte e anche l’attivazione di un sistema di allarme con sirena, primo elemento base per aumentare la sicurezza della propria casa e sentirsi più protetti contro eventuali furti, innanzitutto, ma anche con problemi come incendi, fughe di gas, allagamenti. Immediati anche i risvolti positivi sul fronte dei consumi, perché con l’installazione di dispositivi elettronici si può creare un efficiente controllo del clima della casa che migliora il comfort degli ambienti e riduce i costi in bolletta.

Ulteriore novità, i videocitofoni smart. Il binomio sicurezza e domotica trova un ulteriore elemento di rafforzamento nella possibilità di installare un videocitofono, che svolge anche la funzione di segreteria e consente di registrare un messaggio preregistrato che, in caso di assenza da casa, informa gli eventuali visitatori. Oggi i modelli in questo ambito sono sempre più diffusi, come è possibile scoprire sulla pagina di Punto Luce dedicata proprio ai prodotti elettrici per esterni, che propone l’intero catalogo delle principali marche del settore, a cominciare dalla Elvox.

Allerta immediata. Il videocitofono di ultima generazione diventa, dunque, un vero e proprio “guardiano” della casa, che blocca all’esterno gli ospiti indesiderati e fornisce immediata sensazione di sicurezza a chi vive nell’abitazione, grazie al collegamento immediato con le telecamere della videosorveglianza. Inoltre, si stanno sperimentando ulteriori soluzioni innovative come il videocitofono wireless, che dialoga con i proprietari e li avvisa via smartphone, tablet o smartwatch di eventuali “visite” attraverso l’invio di messaggi di testo, allarmi specifici, video e foto in tempo reale.

Be the first to comment on "Furti in casa, Ravenna in testa alla classifica italiana"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*