Qualche idea per la pavimentazione da esterno

Molto spesso tendiamo a curare l’interno della casa, tra finiture e arredamento, senza renderci conto di quanto siano importanti gli spazi esterni: terrazzi, giardini, balconate e logge. Non conta solo l’estetica ma anche la qualità e la funzionalità dei pavimenti da esterno. E chi ha la fortuna di possedere uno spazio all’esterno per ospitare gli amici o semplicemente per qualche ora di relax in famiglia, non può trascurare quanto sia importante scegliere il materiale giusto per la pavimentazione, alla ricerca del giusto equilibrio tra qualità e prezzo. Una buona pavimentazione deve essere resistente alle intemperie, agli urti e ai carichi, impermeabile e mantenere la sua qualità nel tempo. I parquet da esterno sono spesso usati per la pavimentazione esterna, impiegati per valorizzare spazi esterni rendendoli gradevoli e in armonia con lo stile interno e per dare quel tocco di raffinatezza e calore che solo il legno può dare. Allo stesso modo anche le pavimentazioni in pvc per esterni rappresentano una valida soluzione per talune caratteristiche come la versatilità, la leggerezza, la facilità di messa in opera e perchè no, per l’economicità.

Oggi possiamo, per la nostra pavimentazione esterna, combinare le caratteristiche di entrambi, coniugare tradizione e innovazione, estetica e funzionalità con la messa in opera di pavimenti in PWC.

PWC è l’acronimo di Wood Plastic (o Polymer) Composit e  chi ha una conoscenza, seppur di base, della lingua inglese, ha già capito che si tratta di un materiale composito tra legno e plastica. Conosciamo un po’ più da vicino le caratteristiche di questo materiale all’avanguardia, sempre più scelto come soluzione ideale per gli esterni.

Il WPC è un materiale composito ottenuto grazie a polimeri plastici particolarmente resistenti con l’aspetto del legno. Per questo è un materiale sostenibile, senza impatto ambientale, senza abbattimento di foreste e in perfetta armonia con la natura. Inoltre è riciclabile al 100% e tutti gli scarti di produzione sono di nuovo impiegati nel ciclo produttivo senza sprechi e inquinamento.

Un materiale eco – friendly, resistente e affidabile, dall’impatto visivo e ambientale molto gradevole, in grado di valorizzare qualsiasi angolo outdoor garantendo al tempo stesso efficienza, resistenza, stabilità, a prova di usura rispetto a ogni agente atmosferico.

Grazie alla sua  naturale raffinatezza è adatto per ambienti moderni e innovativi, così come per ambienti più rustici e tradizionali.

Una pavimentazione esterna in WPC coniuga un elevato contenuto tecnologico alla tradizionale bellezza del legno perchè il legno composito è un materiale di ultima generazione destinato a durare nel tempo e per questo coniuga all’efficienza anche l’economicità anche perchè i costi di manutenzione, rispetto al legno, sono ridotti al minimo. Il legno composito riproduce perfettamente il legno anche nella tonalità, in continuità con elementi naturali come siepi e cespugli che sono in giardino.

14182317_10209094655315801_261391179_n

Inoltre, rispetto al legno, il WPC non teme l’umidità, non si deforma ed è molto impermeabile. Assorbe l’acqua e non si gonfia e  quindi è adatto a condizioni climatiche particolari oppure a pavimentazioni più impegnative come a bordo piscina. Il legno composito viene commercializzato in doghe per cui la posa in opera è particolarmente facile e potendo farlo da soli, si abbattono ulteriormente i costi.

Sul blog DeckingItalia, dell’azienda italiana NGWood, specializzata nella fornitura ed installazione di pavimentazioni  in legno composito, si parla in modo approfondito di questo materiale di qualità e delle sue caratteristiche. Inoltre è possibile visionare diversi progetti (pavimentazioni a bordo piscina, terrazze) in cui il WPC è stato impiegato con successo  per la sua funzionalità e gradevolezza.

Be the first to comment on "Qualche idea per la pavimentazione da esterno"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*